Justus Lipsius - Admiranda sive de magnitudine Romana - 1605

LIPSIUS JUSTUS.  Admiranda, sive, de magnitudine Romana libri quattuor. Antuerpiae, ex officina Plantiniana, apud Ioannem Moretum, 1605.

Cm. 26, pp. 223 (7) + 1 c.b. Bellissima vignetta editoriale incisa in rame al frontespizio e marchio tipografico in xilografia al colophon, alcuni graziosi capilettera. Legatura coeva in piena pergamena molle con titoli ms. al dorso. Cerniera posteriore internamente disunita, lievi e naturali arrossature/bruniture, tipiche della carta fiamminga del tempo, peraltro esemplare nel complesso ben conservato. Giusto Lipsio (1546-1606), celebre poligrafo belga convertito al cattolicesimo, fu al centro del dibattito culturale europeo animato da innumerevoli riflessioni su ragion di Stato, prudenza del principe e arte del buon governo. La sua attenzione filologica si rivolse esclusivamente al mondo romano, tema a cui dedicò numerose opere. Questo importante saggio è dedicato alla grandezza di Roma: organizzazione militare, spesa pubblica, tassazione, giustizia, opere pubbliche, spettacoli ludici, bagni termali, acquedotti, lusso, arte, ecc. Terza edizione corretta dall'Autore. Cfr. Kvk.

COD. (N43)

Altri libri per "storia" o "Roma antica"