Sebastiano Melli - La comare levatrice istruita - Venezia 1766 (20 magnifiche tavole)

MELLI SEBASTIANO.  La comare levatrice istruita nel suo uffizio secondo le regole più certe, e gli ammaestramenti più moderni. In Venezia, nella stamperia di Carlo Palese, 1766.

Cm. 23, pp. (4) viii, 448. Con 20 bellissime tavole incise in rame f.t. raffiguranti l'esperienza della gestazione e del parto. Legatura coeva in piena perg. rigida con titoli in oro al dorso; tagli spruzzati. Esemplare ben conservato. Sebastiano Melli, chirurgo veneto erede di una famiglia di medici, fu attivo nella prima metà del Settecento e autore di numerose opere di taglio tecnico-chirurgico. Questa fortunata opera, stampata più volte nel Settecento, tratta "de' mestrui, della gravidanza, del parto, de' suoi impedimenti, del parto difficile, della mole, del parto ventrale, di un feto ritenuto e poi cacciato alquanti anni dopo per un ascesso. Descrive anche il forcipe dentato di Filippo Ciucci per estrarre il feto morto nell'utero. Dà anche la storia di una ferita d'arme da fuoco" (cfr. De Renzi, Storia della medicina italiana, IV, pp. 514-15). Cfr. Iccu e per la prima edizione del 1721 Olschki-Choix VII, 9082.