Cesare Beccaria - Dei delitti e delle pene - Londra 1774

BECCARIA CESARE.  Dei delitti e delle pene. Edizione rivista, corretta e disposta secondo l'ordine della traduzione francese approvato dall'autore coll'aggiunta del commentario alla detta opera di M. de Voltaire tradotto da celebre autore. Londra, presso la Societą dei Filosofi, 1774.

Cm. 18, pp. (4) xv (1), 167 (1). Magnifica antiporta figurata (boia con teste tagliate e strumenti di tortura davanti all'allegoria della Giustizia che li respinge) e frontespizio con bella vignetta, finemente incisi in rame. Legatura coeva in cartonato alla rustica con nervi passanti. Tracce di polvere alla legatura, trascurabile strappetto al margine alto di alcune carte inizali, sporadiche e lievi fioriture, peraltro esemplare in barbe e ben conservato. Questa edizione del capolavoro di Cesare Beccaria fu verosimilmente impressa o a Livorno o a Venezia (e poi ristampata in versione manipolata nel 1790). Segue il celebre commento di Voltaire diviso in 23 capitoli. Cfr. Iccu; Parenti, Dizionario, p. 120; Firpo, nr. 16.

COD. (N64)