Un magnifico figurato veneziano: Giulio Cesare - Opera omnia - Albrizzi 1737 (con decine di tavole)

CAIUS JULIUS CAESAR.  C. Julii Caesaris quae extant omnia, Italica versione e ms. codice ad hodiernum stylum accommodata; tabulis aeneis quamplurimis, vel historiam, vel geographiam exhibentibus; notis tum variorum ex Hollandica, Anglicaque editionibus, ... auxit Hermolaus Albritius ... Societatis Albritianae conditor, serenissimae Reipublicae Venetae D.D.D. S.l.n. (ma Venezia, Societ Albriziana, anno autem XII, 1737).

Cm. 29, pp. (4), 76 [recte 80], 686, (2) xxxx. Bellissimi capilettera, testatine e finalini figurati, splendida antiporta, 57 raffinate incisioni in rame n.t. (a 1/3 o 1/2 pagina) e 6 tavole f.t. (di cui 3 più volte ripiegate). Testo latino ed italiano su due colonne (traduzione italiana di Francesco Baldelli). Legatura ottocentesca in mezza pelle; dorso a 5 nervi con titoli, filetti e fregi in oro; piatti in pergamena con punte in pelle. Tagli rossi. Sporadiche e naturali macchiette/fioriture. Esemplare nel complesso ben conservato. Magnifico exemplum di edizione figurata del Settecento veneziano delle opere complete di Giulio Cesare, comprensive dei frammenti, dovuta alle cure filologiche di Ermolao Albrizzi (1695-1764), celebre stampatore veneziano, fondatore sotto gli auspici dogali della famosa Accademia (o Società) Albrizziana attiva dal 1724 al 1744. La traduzione italiana è quella cinquecentesca di Francesco Baldelli. Cfr. Iccu; Brunet, I, 1461; Graesse, II, 8; Morazzoni, 221; Gamba, 1313n.

Altri libri per "storia" o "Roma antica"