Hugo Grotius - De jure belli ac pacis libri tres - 1719

GROTIUS HUGO.  De jure belli ac pacis libri tres, in quibus jus naturae et gentium, item juris publici praecipua explicantur. Cum annotatis auctoris, ex postrema ejus ante obitum cura. Accesserunt ejusdem dissertatio De mari libero, et libellus singularis de aequitate, indulgentiae, et facilitate, necnon Joann. Frid. Gronovii V. C. notae in tomum opus De jure belli ac pacis. Editio novissima. S.n.l., 1719.

Due volumi di cm. 25, pp. (8) 648; (4) 267 (1), 44 (88). Sfera elzeviriana al frontespizio stampato in rosso e nero. Legatura coeva in piena perg. con titoli ms. al dorso. Pergamena un po' sporca, sporadiche bruniture e lievi fioriture sparse dovute alla qualità della carta, peraltro nel complesso esemplare ben conservato. Opera principale di Ugo Grozio (1583-1645) ritenuta dalla storiografia il fondamento del giusnaturalismo (dottrina che impone il diritto naturale come punto di partenza di ogni riflessione giuridica). La definizione, forse enfatica, di base del diritto internazionale porta il De jure belli ad essere considerato come una delle più importanti, diffuse e celebrate opere dell'intera età moderna. La presente edizione, forse napoletana, è corredata dalle note del Gronovio. Cfr. Sapori, 1465. Non in Brunet e Graesse.

COD. (N73)