Hugo Grotius - De veritate religionis christianae - L'Aia 1734

GROTIUS HUGO.  De veritate religionis christianae. Editio novissima, cum notulis Joannis Clerici. Accesserunt ejusdem De eligenda inter christianos dissentientes sententia, et contra indifferentiam religionum libri duo. Hagae-Comitis, chez Anthonium Van Dole, 1734.

Cm. 16, pp. (14) 384. Graziosa legatura coeva in piena pelle bazzana; dorso a 5 nervi con titoli su tasselle e ricchi fregi in oro agli scomparti. Tagli rossi. Lievi e sporadiche arrossature. Esemplare ben conservato. Bella e importante edizione olandese di quest'opera teologico-politica di Ugo Grozio (1583-1645). Il trattato, diviso in sei libri, è dedicato all'esistenza di Dio, alla veridicità dell'interpretazione cristiana ed all'autorità dei testi biblici. Di grande interesse i libri IV, V, VI, tutti incentrati su eresia, magia, ebraismo e tradizione musulmana. Seguono i trattati De eligenda inter christianos e Contra indifferentiam religionum di Jean Leclerc (1657-1736), teologo e professore di filosofia ed ebraico ad Amsterdam che curò anche le note critiche al testo groziano in questa edizione. Cfr. Iccu.