Ludovico Antonio Muratori - Dei difetti della giurisprudenza trattato - Napoli 1743

MURATORI LUDOVICO ANTONIO.  Dei difetti della giurisprudenza trattato. In Napoli, nella Stamperia Muziana, 1743.

Cm. 22,5, pp. (8) 207 (3). Graziosa legatura coeva in piena perg. rigida, dorso a 5 nervi con titoli e fregi impressi a secco agli scomparti; tagli spruzzati. Antica firma di possesso al frontespizio. Sottile fenditura ad una cerniera, fioriture/bruniture tipiche della carta napoletana del tempo e qualche piccolo alone marginale. Esemplare nel complesso in buono stato di conservazione. Capolavoro di Ludovico Antonio Muratori (1672-1750) che influenzò in modo determinante la dottrina giuridica italiana del Settecento e soprattutto i nascenti processi di codificazione (es. estense e toscano). L'intento dell'Autore consiste nel cercare di rendere evidente l'esigenza di reductio ad unum, quindi di codici che ponessero un ordine sistematico alle numerose fonti di diritto vigenti. Il trattato spazia dall'indagine sopra i concetti di giustizia, legge, giurisprudenza e legislazione, a temi strettamente tecnici come prescrizione, usucapione, fideicommissi e sostituzioni. Rara edizione napoletana, di formato maggiore rispetto alle altre edizioni uscite un anno dopo l'originale. Cfr. Iccu; Edizioni giuridiche antiche in lingua italiana, II,1, p. 365.

Altri libri per "diritto" o "politica"