Montesquieu - Considérations sur les causes de la grandeur des Romains - 1734 (rara prima edizione)

MONTESQUIEU.  Considérations sur les causes de la grandeur des Romains et de leur décadence. À Amsterdam, chez Jaques Desbordes, 1734.

Cm. 15,5, pp. (4) 277 (3). Frontespizio in rosso e nero. Graziosa legatura coeva in piena pelle; dorso a 5 nervi con titoli su tassello in pelle e ricchi fregi in oro agli scomparti. Tagli rossi. Minime spellature alle cerniere, lievi e trascurabili fioriture. Esemplare nel complesso ben conservato. Celebre opera (titolo italiano: Considerazioni sulle cause della grandezza dei Romani e della loro decadenza) dedicata all'antica Roma. Montesquieu (1689-1755) nella trattazione parte dall'assunto che vi siano cause generali, morali e fisiche che influiscono nel corso della storia e l'indirizzo generale trascina con sé tutti gli avvenimenti particolari. I Romani furono grandi e prosperi finché si governarono secondo alcuni principi: l'amore della libertà, del lavoro, della patria, la severa disciplina militare, la saggia politica del Senato nei confonti dei popoli vinti. Decaddero quando estesero smisuratamente i confini dell'Impero e il loro dominio universale li obbligò a cambiare metodo di governo sostituendo agli antichi principi consolidati una nuova visione del mondo. Prima edizione (seconda tiratura) con l'errata in fine e minime correzioni nel testo (a differenza della prima tiratura). Cfr. Iccu; Brunet III 1861; Tchemerzine VIII, 457/a.