Ignace-Gaston Pardies - Dell'anima delle bestie e sue funzioni - 1724

PARDIES GASTONE IGNAZIO.  Dell'anima delle bestie, e sue funzioni, trattato nel quale si disputa la celebre questione de moderni se gli animali bruti siano mere machine automate senza cognizione, nel senso come gli orologi. In Venezia, per Andrea Poleti all'Italia, 1724.

Cm. 15, pp. (24) 187 (1). Legatura coeva in piena pergamena; dorso a 4 sottili nervi con titoli in oro. Sporadiche fioriture, alone limitato al margine inferiore di alcune carte, peraltro nel complesso esemplare ben conservato. Ignace-Gaston Pardies (1636-1673), scienziato francese, si occupò, scrivendo numerosi saggi, di meridiane, comete e sistema solare, statica, ottica, luce. Questo curioso trattatello fu scritto per confutare le dottrine cartesiane che teorizzavano e descrivevano gli animali come mere macchine. Non comune. Cfr. Olschki-Choix, IX, 13491; Iccu.