Voltaire - Elementi della filosofia del Neuton - Venezia 1741 (prima edizione italiana - con tavole)

VOLTAIRE.  Elementi della filosofia del Neuton esposti dal signor di Voltaire. Tradotti dal francese. Venezia, presso Sebastiano Coleti, 1741.

Cm. 17,5, pp. xxiv, 300 + 2 carte bianche. Con numerose illustrazioni xilografiche nel testo e 10 tavole incise in rame ripiegate fuori testo contenenti 40 figure. Legatura strettamente coeva in piena pergamena con titoli manoscritti al dorso. Macchiette e piccole abrasioni al piatto anteriore e alla parte alta del dorso; trascurabile alone limitato al margine di alcune carte; sporadiche macchiette; antichi rinforzi al margine di alcune tavole ripiegate. Esemplare nel complesso in buono stato di conservazione. “Elementi della filosofia di Newton” è una delle principali opere scientifico-filosofiche di Voltaire, pubblicata nel 1738 ad Amsterdam col titolo “Éléments de la philosophie de Newton mis à la portée de tout le monde”. Questo saggio divulgativo, suddiviso in 25 capitoli, ha contribuito a diffondere le teorie e il pensiero di Isaac Newton e contiene una estesa descrizione delle teorie newtoniane sulla luce e sulla gravitazione. La prima parte (capitoli 1-14) è dedicata alla luce: descrive lo stato delle conoscenze sul fenomeno prima degli studi di Newton e le innovazioni da questi portate, ponendo in particolare l'accento sui fenomeni di riflessione e rifrazione e sulle possibili applicazioni di questi comportamenti della luce in ambito tecnico (ad esempio nel telescopio). La seconda parte (capitoli 15-25) è invece dedicata alla gravità ed alle leggi che regolano l'interazione gravitazionale, con particolare riferimento al movimento dei pianeti ed a come questo sia regolato dalle attrazioni gravitazionali reciproche, partendo dalle teorie di Cartesio, che Newton contesta, per confermare le osservazioni di Galileo Galilei e le leggi di Keplero. Successivamente viene descritta la teoria di Newton secondo cui l'attrazione gravitazionale non è limitata alle grandi masse ma è estesa a tutta la materia, anche alle particelle più piccole. Rara prima edizione italiana seguita da un'altra edizione sempre stampata a Venezia nel 1741 da Giammaria Lazzaroni. Cfr. Iccu: Gray, A Bibliography of the works of Sir Isaac Newton (156) cita l'edizione francese edita a Londra nel 1738 da cui è tratta l'edizione italiana; Cioranescu, III, 64736 per l'edizione di Amsterdam del 1738.