Moto proprio di Pio IV sulla Reverenda Camera Apostolica - Roma, Blado 1565

Motus proprius s.d.n. Pii papae IIII per quem deputatur reverendiss. d. Camerarius ad cognoscendum quascunque causas, ius, et bona Camerae Apostolicae tangentes, necnon reuidendum computa, alienationes, investituras, et concessiones quascunque cum voto, et assistentia quinque à sanctitate sua deputatorum. (Romae, apud Antonium Bladum impressorem cameralem, 1565).

Cm. 31, pp. (4). Triplice stemma e grazioso capolettera xil. Lieve e marginale alone, peraltro ben conservato. Interessante moto proprio con cui Pio IV disciplina l'attività della Reverenda Camera Apostolica. Poco comune. Cfr. Iccu.

Altri libri per "diritto" o "diritto canonico"